ATTIVITÀ STAGIONALI SENZA IL LIMITE DEI 36 MESI

LA DOMANDA L'articolo 21, comma 1, del Dlgs 81/2015 si applica anche alle attività stagionali. Pertanto si possono effettuare al massimo cinque proroghe nell'arco di 36 mesi. Come si calcolano queste proroghe, visto che le attività suddette sono esonerate dal limite di durata dei 36 mesi? Le cinque proroghe si devono riferire comunque al limite dei 36 mesi e, superati questi limiti, non è più possibile prorogare il contratto stagionale? Oppure il "contatore" dei 36 mesi si azzera per poi ripartire?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?