DELIBERA ANNULLABILE PER I VIZI DI FORMA

LA DOMANDA Ho contestato, con raccomandata postale, la validità di un'assemblea straordinaria condominiale (di cui io e altri non eravamo a conoscenza, e alla quale non avevamo quindi potuto partecipare), in quanto la convocazione dei condòmini era stata fatta in via informale, senza raccomandata.A distanza di tempo mi viene detto che, poiché non ho impugnato in via giudiziale l'assemblea, la stessa è da ritenersi valida; e quindi si deve procedere a effettuare le opere che erano state deliberate (e cioè interventi sull'impianto di riscaldamento diversi da quelli obbligatori per legge).Chiedo se è vero che, in mancanza di impugnativa giudiziale, l'assemblea può essere considerata valida anche senza convocazioni formali a tutti i condòmini, e se - come è stato deliberato nella stessa assemblea - possono essere effettuate spese non indispensabili per le quali, fra l'altro, non era stata fatta la comparazione fra preventivi di ditte diverse.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?