I CREDITORI DEVONO PRIMA AGIRE VERSO I MOROSI

LA DOMANDA Fino al 30 giugno 2017 sono stata proprietaria di un appartamento in un condominio. Le spese sia ordinarie che straordinarie sono state tutte pagate, e quindi abbiamo lasciato a chi ha comprato una situazione ottimale (ricevendo anche la certificazione dall'amministratore circa la situazione regolare). Ora siamo stati convocati a un'assemblea straordinaria per distribuire le spese straordinarie insolute dei condòmini che non hanno pagato i lavori di rifacimento del tetto, riferite all'anno 2016. Il senso è quello di distribuire il tutto a chi invece ha sempre pagato, perché la ditta che ci ha svolto i lavori pretende i pagamenti. Sicuramente bisogna vedere cosa deciderà l'assemblea, ma in tutto questo sono comunque coinvolta anche se ho venduto l'appartamento, visto che il problema riguarda le spese straordinarie del 2016? Inoltre, so che sui debitori non è stato fatto tutto il necessario per recuperare i debiti. In sostanza, vorrei "chiudere" questo capitolo: sarà mai possibile? Il nuovo proprietario potrebbe essere coinvolto?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?