SRL, CAMBIO DI SEDE E OBBLIGHI CON LE ENTRATE

LA DOMANDA Una Srl va dal notaio per variare l'indirizzo della sede sociale, da porre fuori dall'attuale Comune, e sostituire l'attuale amministratore unico. Il notaio redige l'atto, trasmette tutto al Registro imprese e informa che agli adempimenti con l'agenzia delle Entrate deve provvedere il commercialista. Il commercialista afferma invece che da diversi anni tali adempimenti non possono essere svolti in via autonoma, cioè separati dalla comunicazione unica inviata dal notaio al Registro imprese, e quindi dev'essere quest'ultimo a provvedere (anche con modulistica preparata dal commercialista stesso) a inviare tutti i documenti. Il notaio risponde che ciò non è obbligatorio e dunque non eseguirà tale adempimento di variazione per l'agenzia delle Entrate. Quale dei due professionisti ha ragione? Se non si comunica la variazione, su chi ci si potrà rivalere per la sanzione? A quale ordine e come segnalare l'eventuale comportamento scorretto del professionista?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?