DELIBERA ANNULLABILE DA CHI NON VIENE CONVOCATO

LA DOMANDA Nell’ultima assemblea del nostro condominio del 26 luglio scorso, tramite Pec ho chiesto all'amministratore - cinque giorni prima della prima convocazione - copia degli elenchi di tutti gli avvisi di convocazione effettuati. Non essendomi pervenuta alcuna risposta in merito, ho inviato - sempre tramite Pec - una lettera all'eleggendo presidente dell’assemblea, in cui lo invitavo a controllare effettivamente che tutti gli aventi diritto fossero stati convocati. Nel verbale risulta che il presidente aveva constatato che tutti i condòmini erano stati regolarmente convocati; questi aveva dunque aperto la discussione senza allegare al verbale la prova delle convocazioni. A questo punto era stata riportata e allegata al verbale la mia richiesta. E dopo la notifica del verbale mi veniva consegnato dall'amministratore quanto richiesto, da dove si rilevava che non tutti gli aventi diritto erano stati regolarmente convocati. È valida la costituzione dell'assemblea? E cosa eventualmente si può fare?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?