LA FUSIONE DI UNITÀ DISTINTE E IL PLACET CONDOMINIALE

LA DOMANDA Nel nostro condominio abbiamo tutti un box auto, tranne un proprietario che (con gli stessi metri quadri) ha box e cantinola, adiacenti e separati, che fanno riferimento a due numeri civici, e paga due quote (sia per la pulizia delle scale, sia per l’ascensore). Nell’ultima assemblea, l’amministratore ci ha informati verbalmente di aver ricevuto un'email dal geometra del condomino, il quale dava inizio ai lavori di fusione fra i due locali, rendendoli comunicanti e andando a modificare le tabelle millesimali (portandosi a una quota).Oltre a rendere i due locali comunicanti, il condomino è tenuto anche a murare uno dei due ingressi, eliminando il numero civico, per la modifica delle tabelle millesimali? Ammettendo che ciò avvenga, le nuove tabelle millesimali dovranno essere approvate all’unanimità? Trattandosi di lavori inferiori a un quinto del valore dello stabile, possono essere approvati dalla maggioranza?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?