RISCALDAMENTO IRREGOLARE, SERVE UN'ISPEZIONE

LA DOMANDA Nel mio condominio hanno installato una nuova caldaia e, nei 19 appartamenti, valvole termostatiche con contabilizzazione del calore. L'impianto è a colonna. Io abito al sesto e ultimo piano. In estate hanno svuotato l'impianto per permettere a un condomino di fare dei lavori; in più, una condomina del quarto piano tiene completamente spenti i termosifoni, e quindi paga solo la quota millesimi. All'arrivo della stagione fredda, ho constatato che nel mio alloggio il riscaldamento funziona a fasi alterne, il che ha provocato frequentissimi interventi di un tecnico per "spurgare", con aggravio di spese sul condominio, ma soprattutto sulla mia proprietà, alla quale viene imputato il doppio dei millesimi di riscaldamento al metro quadrato rispetto agli altri, perché sopra di me c'è un lastrico che provoca dispersione. Vorrei sapere se è lecito che una proprietà tenga spento fruendo del calore degli altri, se questa può essere una causa dell'aria nell'impianto, e se è corretto che il disagio dello spurgo sia solo per l'ultimo piano.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?