I POTERI DEI RAPPRESENTANTI NEL SUPERCONDOMINIO

LA DOMANDA L'attuale amministratore del supercondominio è in carica da tre anni. Al passaggio delle consegne aveva riscontrato, per quanto riguarda il riscaldamento, un disavanzo di 4.000 euro. Un accordo, ora concluso da lui con il precedente amministratore, ha definito un recupero di circa 2.500 euro. Come condomino, contesto che il nuovo amministratore abbia chiesto ai quattro rappresentanti di ratificare tale suo accordo, asserendo che, trattandosi di gestione ordinaria, ne hanno il potere. Io credo, invece, che l'amministratore sia legittimato a concludere l'accordo: di conseguenza, dovrà inserire tale elemento finanziario nel consuntivo e, solo a fine gestione, chiamerà i rappresentanti ad approvarlo.Qual è il parere dell'esperto?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?