RISERVE DI RIVALUTAZIONE E TASSAZIONE AI SOCI

LA DOMANDA Una società di persone ha la seguente situazione: valore normale dei beni assegnati pari a 220mila euro;costo fiscalmente riconosciuto, 350mila euro; base imponibile pari a zero; riserva di utili, 157.800 euro; riserva di rivalutazione ex legge 185/2008 pari a 200.700 euro (riserva già affrancata con pagamento dell'imposta sostitutiva del 10%). A fronte dell'assegnazione, sarà annullata totalmente la riserva di utili e (per euro 62.200) la riserva di rivalutazione. È corretto aumentare il costo fiscalmente riconosciuto della partecipazione (da confrontare con il valore normale del bene assegnato) dell'importo che costituisce la riserva di rivalutazione, già assoggettato a imposta sostitutiva del 10%? L'annullamento parziale della riserva di rivalutazione determina la tassazione in capo al socio?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?