ONERI DELL'ABITABILITÀ ALL'ACQUIRENTE DOPO 20 ANNI

LA DOMANDA Nel luglio 1996 ho acquistato un immobile a cui erano state fatte modifiche in corso d'opera. Nel 1995 il proprietario aveva fatto richiesta di condono e, quindi, l'immobile era privo di agibilità/abitabilità. All'epoca avevo letto che, nel caso in cui entro 10 anni dall'acquisto non fosse stata concessa l'agibilità, il rogito sarebbe stato nullo e alla parte acquirente sarebbero stati restituiti i soldi della vendita.Nel 2009 non avendo avuto alcuna notizia riguardo all'accettazione del condono da parte del Comune, mi sono recato all'Ufficio urbanistico dove ho scoperto che, già nel 1998, l'ente aveva inviato la richiesta di pagamento di una sanzione per accettazione del condono. La parte venditrice dell'epoca, però, non ha mai dato seguito al pagamento di questa sanzione, fino al momento in cui ho fatto richiesta scritta per la definizione del procedimento. Nel 2010, finalmente, la sanzione è stata saldata dal precedente proprietario. Chi deve fare la pratica per l'agibilità/abitabilità e a spese di chi? A oggi il rogito può ritenersi nullo?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?