IL CONSIGLIO DI CONDOMINIO NON LIMITA MAI L'ASSEMBLEA

LA DOMANDA In un condominio di 24 appartamenti, divisi su quattro piani e tre scale, il regolamento condominiale contrattuale prevede un consiglio di condominio formato genericamente da tre consiglieri, con funzione consultiva, di controllo tecnico e contabile sulla gestione del condominio, e con il compito di esaminare il rendiconto predisposto dall'amministratore prima della presentazione all'assemblea per l'approvazione.Cosa succede se nessun condomino è disposto ad accettare l'incarico di consigliere? Credo che l'amministratore possa comunque convocare l'assemblea preavvisando già nell'ordine del giorno che la riunione del consiglio non ha potuto aver luogo; che l'assemblea potrà tenersi regolarmente, discutendo e, nel caso, approvando il rendiconto; che, in ogni caso, il singolo condomino potrà chiedere di esaminare tutta la relativa documentazione facendone richiesta entro 30 giorni dall'invio del verbale e sostenendo i soli costi d'ufficio. È corretto?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?