LE RIMANENZE DEL DONANTE RILEVANO PER IL DONATARIO

LA DOMANDA Un commerciante in contabilità semplificata, che adotta per l’anno 2017 il regime delle registrazioni, ha iscritto in bilancio 2017 rimanenze iniziali per 89.754 euro. Il 1° giugno 2017 dona la propria azienda al figlio. Nell'atto di donazione viene evidenziato un valore delle rimanenze di merci pari a 79.484 euro. Le rimanenze di merce oggetto di donazione sono da considerare come rimanenze finali in capo al donante e rimanenze iniziali in capo al donatario (figlio), pur non essendo state pagate? Oppure tali rimanenze non vengono considerate in capo al donante come rimanenze finali e quindi nemmeno come rimanenze iniziali in capo al donatario?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?