L'USUCAPIONE DEL CONTATORE NELLA PROPRIETÀ ALTRUI

LA DOMANDA Oltre vent'anni fa, per ragioni di spazio, è stato posizionato un contatore del gas nel muro del garage del confinante, con il suo consenso. In seguito, la proprietà del confinante è stata venduta. Ora il nuovo proprietario chiede la rimozione del contatore. Visto il tempo trascorso, si può invocare il diritto di usucapione? E, nel caso, come si può farlo valere?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?