IL LEGITTIMARIO PREMORTO E LA DIVISIONE TRA I COEREDI

LA DOMANDA Tizio muore single, senza figli. I suoi parenti sono tre fratelli unilaterali e una sorella germana. Dei tre fratelli unilaterali, premorti, due hanno dei figli e uno (anch'egli single) no. Nella quota dell'appartamento caduto in eredità, la suddivisione deve considerare anche il fratello premorto senza eredi? Quindi l'eredità verrà ripartita in quote 20-20-20-40? Oppure la quota (20) del fratello single premorto va ripartita tra i due fratelli unilaterali e la sorella germana del de decuius? E dunque va divisa tra quelli che sarebbero stati i suoi eredi: 8 e 8 ai suoi fratelli germani e 4 alla sorella unilaterale? Se fosse corretta quest'ultima ipotesi, le quote di eredità di Tizio, così suddivise, sarebbero pari a 28 e 28 a favore degli eredi dei due fratelli unilaterali premorti e 44 alla sorella germana vivente.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?