OK ALL'ASPETTATIVA PER FARE UN ALTRO LAVORO ALL'ESTERO

LA DOMANDA Se un lavoratore chiede un periodo di aspettativa non retribuita, per svolgere una attività all'estero presso un'altra azienda, il datore di lavoro è legittimato a concederla? E in caso affermativo,il datore potrebbe anche riconoscere al lavoratore in aspettativa il trattamento di fine rapporto per tutta la durata della sospensione del rapporto di lavoro?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?