SOMMINISTRATI E ASSUNTI: SÌ ALLA PROVA MA CON LIMITI

LA DOMANDA Per un periodo un'azienda ha fatto ricorso a un lavoratore somministrato per lo svolgimento di una certa mansione. Dopo qualche giorno dal termine dell'incarico, l'azienda ha assunto alle sue dipendenze lo stesso lavoratore, assegnandogli la stessa mansione svolta in precedenza come somministrato. Si chiede se è corretto prevedere, nella lettera di assunzione, il periodo di prova.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?