DEBITI DEL «DE CUIUS» DIVISI IN PARTI UGUALI

LA DOMANDA Sono coerede, assieme a mio cugino, dei beni di mia madre, della quale lui era amministratore di sostegno. Ricoprendo tale ruolo, avrebbe dovuto pagare a un professionista una parcella, vistata dal giudice tutelare, ma non lo ha fatto. Adesso egli vuole ritirare dal conto corrente di mia madre metà della somma depositata e lasciare che il professionista, da lui conosciuto, esiga solamente da me il pagamento della parcella. Per evitare di dover pagare solamente io e dovermi poi rivalere su di lui per vie legali, come posso fare in modo che questo debito sia pagato con la somma depositata in conto corrente, prima che lui prelevi la sua metà? La banca potrebbe effettuare il pagamento dal conto di mia madre solamente dietro mia richiesta presentando l'autorizzazione a suo tempo concessa dal giudice tutelare?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?