INVENTARIO ENTRO TRE MESI SE SI ACCETTA CON BENEFICIO

LA DOMANDA Tre mesi fa è morta mia sorella e io risulto essere l'unica erede. Di fatto, non c'è praticamente nulla da ereditare, se non debiti; ma c'è anche (in discussione di liquidazione) un infortunio occorso a mia sorella per il quale il nostro perito medico legale di parte ha assegnato 30 punti di invalidità, contro i 6,5 assegnati dal perito dell'assicurazione.Per questo, ho proceduto a effettuare l'accettazione dell'eredità con il beneficio di inventario. C'è anche un conto corrente, con una somma esigua alla quale vorrei accedere: ovviamente la inserirò al momento dell'inventario, se lo farò, perché magari nel frattempo l'assicurazione accetterà di liquidarci il dovuto e allora bloccherò l'inventario, che ha ulteriori costi e accetterò totalmente. L'avvocato mi dice, però, che non posso farlo perché è come se accettassi l'eredità e decadrebbe il beneficio di inventario. Io invece ho letto che l'accettazione con beneficio d'inventario non preclude l'accesso al conto corrente, perchè è di fatto un'accettazione.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?