LA FALSA COMPRAVENDITA E L'USUCAPIONE DELL'AREA

LA DOMANDA Negli anni '50 mio nonno comprò un appartamento all'ultimo piano di una palazzina, insieme al sottotetto corrispondente di pertinenza. Negli anni '90, la casa è stata donata a mio padre. Solo durante i lavori di ristrutturazione successivi, siamo venuti a conoscenza del fatto che fosse nostra anche l'area sovrastante il nostro appartamento, di cui, secondo il condominio, è titolare un altro condomino. Quest'ultimo ci ha detto che negli anni Settanta mia nonna, all'oscuro dell'allora proprietario (mio nonno), gli avrebbe venduto l'area. A dimostrarlo sarebbe anche un pezzo di carta non autenticato, in cui vi è la firma (falsa) di mio nonno. Come posso recuperare quell'area secondo voi? È stata usucapita oppure non vi è usucapione perchè è avvenuto occultamente?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?