SNC RIMASTA CON UN SOCIO: COSÌ SI EVITANO LE PENALITÀ

LA DOMANDA Una società di persone esercita l’attività di carrozzeria ed è costituita da due soci (50% ciascuno). La società ha debiti e perdite di esercizio. Il socio A muore nel 2015, gli eredi non subentrano, e il socio B continua a esercitare l’attività che risulta essere in perdita, con accumulo di debiti. Di fatto, la società dovrebbe essere sciolta per mancanza di ricostituzione della pluralità dei soci entro sei mesi. È possibile chiedere la cancellazione, nonostante i debiti, e vendere l’attrezzatura a una società che vorrebbe svolgere la propria attività di carrozzeria nello stesso luogo? Trattandosi di società in perdita sistematica, l’ufficio delle Entrate potrebbe contestare una cessione di azienda?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?