DIRITTO D'USO DEI POSTI AUTO: PRESCRIZIONE VENTENNALE

LA DOMANDA Il costruttore di un fabbricato (licenza edilizia del 1966) non aveva consegnato agli acquirenti delle unità immobiliari i relativi posti auto, trattenendoli per sé e adibendoli ad autorimessa. Non rientrava negli obblighi previsti dalla legge Ponte 765/67, anche se i relativi atti di vendita aveva cominciato a stipularli dal 1970. L'ultimo piano del fabbricato (il settimo) è stato costruito successivamente: quindi non è stato riportato in Catasto, ma è stata effettuata denuncia con scheda registrata il 16 dicembre 67, per come riportato nell'atto di vendita originario. Gli appartamenti di quest'ultimo piano possono "rivendicare" il posto auto, giacché costruiti dopo l'entrata in vigore della legge Ponte? Possono farlo anche a distanza di anni?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?