IL PIANO URBANISTICO E LA MODIFICA DEL TERRENO

LA DOMANDA Ho comprato 3.886 mq di terreno ricadente in zona D1 (artigiana, commerciale, industriale) e pertanto rivalutato dall'agenzia delle Entrate (per la rivalutazione è stato effettuato il pagamento di 4.834,06 euro del 24 aprile 2009). Visto che il Comune ha effettuato l'esproprio su alcune particelle solo nell’anno 2016 (con l'approvazione del Puc), inducendomi nel frattempo a fare la rivalutazione delle stesse, ho pagato 3.782,37 euro al 30 giugno 2014 e 3.895,84 euro al 30 giugno 2015, più 4.009,31 euro al 30 giugno 2016, per un totale di 11.687,52 euro, a cui sommare i 4.834,06 euro versati all'Agenzia (codice tributo 8056). Chi mi deve risarcire dei danni ricevuti, sia per la rivalutazione fatta dall’agenzia delle Entrate, sia per quanto mi era concesso dall’articolo 1, comma 156, della legge 147/2013, visto che le particelle non fanno più parte della zona industriale e sono ritornate a essere agricole?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?