DEBITI NON CERTIFICATI: I SUCCESSORI NON PAGANO

LA DOMANDA Un amministratore di sostegno, divenuto al decesso dell'amministrato erede testamentario, aveva ottenuto dal giudice tutelare di prelevare dal conto corrente dell'assistito, allora capiente, una somma a rimborso per i sette mesi in cui aveva svolto tale incarico. Dopo la morte dell'amministrato, egli presenta al giudice tutelare la relazione e il rendiconto finale, con l'elenco di tutte le spese da pagare, anche di quelle già autorizzate, tra le quali non indica però questo importo.Dopo circa quattro anni, egli chiede però al figlio del de cuius, coerede legittimo, il pagamento del 50% (la propria quota) dell'importo sopra menzionato. Poiché queste spese non compaiono nel rendiconto finale da lui stilato, il pagamento è ugualmente dovuto?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?