SVALUTAZIONE DI CREDITI: COSÌ A BILANCIO E NEI REDDITI

LA DOMANDA Si chiede come trattare contabilmente, e in sede di redazione della dichiarazione dei redditi, la svalutazione di crediti di rilevante entità, vantati da una società di capitali verso società dichiarate fallite nel corso del 2017.1) A livello di bilancio: accantonare un fondo svalutazione crediti in base all'Oic 15 per l’importo stimato della perdita (si ritiene che la perdita dovrebbe essere stimata al netto dell’Iva). Si specifica che la rilevazione della perdita su crediti nella voce B.14 di conto economico è possibile solo nei casi di prescrizione, cessione o rinuncia dello stesso.2) A livello fiscale: l’accantonamento al fondo svalutazione dovrebbe essere trattato fiscalmente come perdita: rilevato in colonna 1 del rigo RS67 «svalutazioni», mentre in colonna 2 deve essere compilato non il rigo RS67 (relativo alle svalutazione, ex articolo 106 del Tuir, Dpr 917/1986), bensì il rigo RS65 «perdite». Tale soluzione è valida?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?