Debito con l'avvocato: sceglie il giudice di pace entro 5mila €

LA DOMANDA Un erede deve ancora onorare la parcella di un avvocato, pari a 4mila euro, autorizzata dal giudice tutelare quando l'amministrato era ancora in vita. Poiché il legale non ha accettato la richiesta di rateizzazione, ma chiede, inoltre, interessi di mora che hanno fatto aumentare il debito a oltre 7mila euro. L'eventuale ricorso contro l'erede che non ha pagato sarà di competenza del giudice di pace per il solo importo del debito o, invece, sarà di competenza del tribunale per l'importo comprensivo della parcella autorizzata e degli interessi di mora?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?