Intervenga l'amministratore per i piccioni infestanti

LA DOMANDA Da circa sei mesi c’è una infestazione di piccioni sul balcone dei condòmini del quarto piano per incuria e stato di salute degli inquilini, anziani e non del tutto autosufficienti. La situazione è tale da necessitare un intervento di sanificazione. Inoltre, richiede alla custode una pulizia straordinaria del cortile interno a causa degli escrementi. Sollecitato sul tema, l'amministratore ha risposto così: «quando il muratore ha finito i lavori dei sotto balconi ha provveduto a eliminare gli escrementi fin dove poteva, inoltre è stato fatto presente ai proprietari dell'appartamento lo stato dei loro balconi. Essendo il balcone privato, è stato fatto tutto il possibile per quello che è nei compiti dell'amministrazione». Se i piccioni si depositano anche sui dissuasori comuni, non è evidente che questi non siano più efficaci e che vadano sostituiti? Se il problema si ripercuote su diverse parti del condominio a chi spetta intervenire? E qual è la giurisprudenza sul tema?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?