Libri sociali fuori dalla sede: estratti all'azionista

LA DOMANDA L'amministratore di una banca di credito cooperativo chiede il rilascio di copia dei verbali delle adunanze del consiglio di amministrazione e del collegio sindacale. Ammesso il suo diritto di esaminare i libri sociali, ritengo non ipotizzabile l'esercizio dei poteri d'ispezione al di fuori della sede sociale e, tanto meno, ritengo legittima la diffusione di copie dei verbali. È corretto? Per quanto attiene, invece, il libro verbali del collegio sindacale, tenuto a cura del collegio stesso, in che termini e con quali modalità può esserne richiesta la visione (escludendo a priori la possibilità di farne copia)?Al diritto di ispezione da parte del socio generico, nelle bcc si applica la disciplina delle Spa o delle società cooperative?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?