Recesso dell'ente-socio valido con delibera consiliare

LA DOMANDA Una cooperativa sociale (Srl) ha recepito il recesso di un ente pubblico socio. Lo ha fatto una volta entrata in vigore la delibera consiliare in cui tale recesso veniva votato a maggioranza, a dieci giorni dalla pubblicazione sul sito dell'ente, come stabilito dall'articolo 134, comma 3, del Tuel. Tuttavia, non è mai stata inviata la raccomandata con la dichiarazione di recesso, come previsto dall'articolo 2532 del Codice civile. La fase di natura amministrativa ad evidenza pubblica, che si è compiuta con la pubblicazione dell'esplicita volontà di recedere, dal punto di vista più propriamente civilistico la pubblicità dell’atto, può essere considerata un atto equipollente all’invio della raccomandata atta a manifestare la volontà unilaterale del socio a recedere? Il socio potrebbe contestare la propria estromissione dalla cooperativa, avendo la stessa cooperativa, per opera del proprio organo di gestione, validato il recesso più di un anno fa?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?