Il diritto di ritenzione dell'auto non ha limiti temporali

LA DOMANDA Un'officina meccanica, a seguito di un lavoro (di rilevante entità economica) svolto su un'auto di proprietà di terzi, si trova ad affrontare la situazione in cui il proprietario del veicolo non ha la disponibilità economica per potere pagare i lavori effettuati. Fino a che punto può far valere il diritto di ritenzione sulla vettura, rifiutandosi di riconsegnare l'automobile al legittimo proprietario? La fattura di questi lavori può essere pagata entro 60 giorni dalla data in cui viene compilata?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?