Spese di riscaldamento, deroga solo all'unanimità

LA DOMANDA Nel mio condominio non abbiamo mai avuto una tabella millesimale, approvata, per il riscaldamento. Negli ultimi quattro anni abbiamo pagato alternativamente: un anno secondo una tabella con millesimi uguali per tutti gli appartamenti (tutti di pari volume), l' anno successivo secondo una tabella con il calcolo delle superfici radianti. Sono rimasti in sospeso i pagamenti del 2015 e del 2016. Così, nell'ultima assemblea (marzo 2017), per decidere il pagamento dei due anni arretrati, è stata presa in considerazione una terza tabella, che considerava quali superfici radianti i tubi (visibili sulle pareti degli appartamenti) che conducono acqua calda ai vari termosifoni. L'assemblea ha deciso all'unanimità di pagare secondo una media delle tre tabelle. Tale decisione favorisce i componenti dell'assemblea (12 condòmini), ma mi danneggia notevolmente, avendo io, rispetto agli altri, una maggiore presenza di tubi conduttori di acqua sulle pareti di casa. Tale decisione è legittima?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?