Al cliente spetta la fattura se la parcella è stata saldata

LA DOMANDA Un avvocato ha presentato in tribunale un ricorso contro l'erede di un defunto per il pagamento di una sua parcella resa a favore del de cuius e autorizzata dal giudice tutelare. All'importo della parcella ha aggiunto gli interessi di mora, calcolati al tasso commerciale. L'erede ha pagato l'importo che era stato autorizzato dal giudice tutelare e non gli interessi calcolati dall'avvocato, e ha chiesto inutilmente l'emissione della fattura. L'erede in questione ha diritto, avendo saldato l'importo che lo stesso avvocato aveva chiesto e ottenuto dal giudice tutelare, pur senza gli interessi, di ottenere la fattura richiesta?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?