Fornitura d'acqua comune: scatta il supercondominio

LA DOMANDA Tre condomìni sono serviti da una sola presa d'acqua. Uno degli amministratori riceve le bollette e provvede all'addebito in capo ai singoli condomìni, in base alle letture che vengono dichiarate dai singoli amministratori. Tale sistema è regolare oppure occorre costituire un supercondominio?Alcune letture dei singoli utenti sono palesemente incongruenti. Come si può agire (anche giudizialmente) per controllare che i singoli contatori siano mantenuti efficienti?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?