Perizia tecnica per attestare l'urgenza degli interventi

LA DOMANDA Da anni i condòmini in sede assembleare procrastinano i lavori di manutenzione conservativa del tetto in legno del condominio. E l’amministratore, considerato che l’intervento non ha le caratteristiche di urgenza, si limita ad attenersi alle decisioni assembleari. È vero che questi lavori di manutenzione non sono urgenti in senso stretto, ma è altrettanto vero che procrastinare a oltranza la loro esecuzione determina il progressivo, quanto irreversibile, deterioramento delle parti lignee. Una perizia tecnica potrebbe sbloccare questa situazione di stallo? Mi compete un risarcimento da parte del condominio, qualora eventuali lavori sul tetto (condominiale) richiedessero un temporaneo sgombero e/o inutilizzo del sottotetto (di mia proprietà)?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?