Le violazioni amministrative e la revoca del mandato

LA DOMANDA Per far cessare le violazioni dell'amministratore e revocargli il mandato, il singolo condomino deve rivolgersi obbligatoriamente a lui? Può procedere autonomamente alla convocazione (rispettando i termini legali)? Nel primo caso, da parte dell’amministratore, potrebbero essere frapposte difficoltà di varia natura tendenti a vanificare l’iniziativa? Nel secondo, chi dovrebbe accollarsi i costi (raccomandate A/R) per la convocazione?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?