Costi di corrispondenza: cambio solo all'unanimità

LA DOMANDA Nel quesito «Costi di corrispondenza: sono a carico di tutti», pubblicato sull'esperto risponde del 16 aprile 2018, viene detto che le spese postali di convocazione dell'assemblea ordinaria devono essere divise tra tutti i condòmini, sulla base delle tabelle millesimali. L'amministratore del mio condominio, tuttavia, le addebita singolarmente come spese individuali e continua a sostenere che da tali spese sono esentati i possessori di Pec. L'amministratore sostiene che tale orientamento gli sia stato raccomandato nei corsi di aggiornamento dell'associazione alla quale è iscritto. Questo tipo di associazioni possono consigliare un criterio di ripartizione della spesa diverso o c'è stata una mia errata interpretazione della risposta?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?