Le decisioni dell'arbitro bancario non sono vincolanti

LA DOMANDA Mia suocera e le sue tre sorelle, tutte ultranovantennni, hanno ereditato piccoli buoni postali dalla sorella deceduta. Da oltre un anno, periodicamente, i figli, titolari di procure generali rilasciate dalle rispettiva madri, si recano all'ufficio postale di competenza che rimanda sempre la liquidazione, avanzando motivazioni di ogni genere.Ora si sono rivolti ad un legale che ha intimato la liquidazione alle Poste, senza però ottenere alcun risultato. Non intendendo avviare una causa, dati i tempi della giustizia e l'età delle legittime eredi, si pensava ad un arbitrato. È una buona soluzione? Ha consigli in merito?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?