Il bar con distacco parziale paga la manutenzione

LA DOMANDA Abito in un condominio di circa 80 unità immobiliari, con un grosso bar al piano terra. Quando abbiamo deliberato d'installare i contacalorie, il termotecnico incaricato dall'amministratore ha presentato una relazione che attestava che il bar era distaccato. L'amministratore non ha eccepito nulla, nonostante non fosse stata presentata alcuna perizia certificante che dal distacco non derivano notevoli squilibri di funzionamento o aggravi di spesa per gli altri condomini. A lavori terminati, ho appreso che il bar in realtà ha operato una sorta di distacco parziale, riducendo il numero dei radiatori installati, sostituendo gli altri con un riscaldamento autonomo a pompa di calore. È legittima questa soluzione, alla luce dell’articolo 1118 del Codice civile e della deliberazione dell'assemblea legislativa 156/08 della Regione Emilia romagna, nella quale vivo?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?