Nessuna pretesa della banca verso chi rinuncia all'eredità

LA DOMANDA Alla morte del padre, i tre figli scoprono che il conto corrente a lui intestato è in rosso: la banca, che ha bloccato il conto, per consentirne l’accesso richiede il pagamento di alcuni diritti per le pratiche. Inoltre sul conto continuano ad accumularsi i canoni di gestione della banca. Nessun altro bene era di proprietà del decuius. Nel caso tutti i figli decidano di rinunciare all'eredità, è corretto pensare che la banca non potrà richiedere nulla a loro?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?