Falsa conformità catastale: l'atto di vendita non si annulla

LA DOMANDA Dal 2010, per poter vendere un appartamento, è necessario che il venditore rilasci una dichiarazione di conformità dell’immobile alle risultanze catastali. Vorrei sapere se l’inesistenza, nella mappa catastale, della rappresentazione grafica di un intero fabbricato costruito nel 1973 e accatastato, forse dovuta alla mancata presentazione del "tipo mappale" al Catasto, infici la validità di una dichiarazione di conformità catastale dell’appartamento da vendere. In caso affermativo, l’omissione da chi dovrebbe essere sanata: dal condomino venditore o dal condominio?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?