Rifacimento del tetto, pagano i condòmini «coperti»

LA DOMANDA Abito in un condominio a forma di lettera L, composto nella parte centrale da tre piani con copertura intera a falde che copre sei immobili e alcuni box, mentre, nelle parti estreme, è costituito da due piani con tetti che non hanno lo stesso colmo per complessivi 16 unità abitative. Nella copertura intera a falde si è verificata, in corrispondenza di uno dei tre ultimi immobili un'infiltrazione. L'intervento è a carico di tutti e sei i condòmini? Preciso che il regolamento contrattuale recita: «Sono oggetto di proprietà comune a tutti i condòmini e devono essere mantenuti efficienti a spese comuni, in proporzione all'uso che ciascun condomino può fare, tanto per le riparazioni ordinarie quanto per le straordinarie: l'androne, le scale, i tetti di copertura del fabbricato, eccetera»

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?