Uso del titolo di architetto post cancellazione dall'Albo

LA DOMANDA Un amministratore di condominio, con diploma di laurea triennale, è stato iscritto per un certo periodo all'Albo professionale con il titolo di pianificatore iunior. Attualmente risulta cancellato e non iscritto ad alcun albo professionale; tuttavia, nei documenti condominiali ufficiali, si fregia del titolo di "architetto" (professione, tra l'altro, a rigore ben diversa rispetto al "pianificatore iunior"). Tale utilizzo del titolo può configurarsi come violazione dell'articolo 498 del Codice penale (usurpazione di titoli e di onori)? L'organo più idoneo ad accogliere segnalazione in merito è la Prefettura (e non la Procura della Repubblica o l'Ordine degli architetti)? L'articolo 71 delle disposizioni attuative del Codice civile stabilisce che non può svolgere il ruolo di amministratore chi viene condannato per delitti contro la fede pubblica. In caso di irrogazione della prevista sanzione per violazione dell'articolo 498 del Codice penale, l'amministratore decadrebbe dal proprio incarico condominiale?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?