Riscaldamento, accesso a dati dei consumi di altri proprietari

LA DOMANDA Sui nostri termosifoni abbiamo i ripartitori di calore e l’amministratore legge, a distanza, gli “scatti” di ciascuno. A suo dire, i condòmini, in sede di bilancio consuntivo, possono visionare solo i propri scatti e non quelli altrui, a causa delle nuove norme sulla privacy. In assemblea, tuttabia, abbiamo approvato i millesimi di riscaldamento ex Uni 10200 e la cosiddetta quota variabile del riscaldamento è pagata da ciascuno in proporzione ai rispettivi scatti, mentre la quota fissa è rapportata a detti millesimi. I condòmini hanno diritto di conoscere, oltre alle spese di riscaldamento altrui, anche i “fattori” posti a base dei loro conteggi (loro scatti e loro millesimi), nonché gli scatti complessivi, o sono riservati?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?