Il conferimento delle deleghe nel caso di votazione parziale

LA DOMANDA Un condominio parziale di scala fa parte di un condominio generale, che comprende altre sette scale, ed è costituito da sole sei unità abitative, di proprietari diversi. Le quote millesimali di proprietà della scala variano quindi da un minimo di 159/1000 a un massimo di 180/1000. Per le deliberazioni di ordinaria o straordinaria amministrazione della scala, e in particolare per atti dispositivi di locali comuni (diversa destinazione d'uso o alienazione), è possibile che uno dei condomini riceva una o più deleghe dagli altri? L'articolo 67 delle disposizioni attuative del Codice civile pone il limite insuperabile di 1/5 del valore proporzionale, ma lo stabilisce solo per condomini con più di venti proprietari. Nel caso prospettato se anche un solo condomino su sei ricevesse una sola delega, acquisirebbe un potere decisionale sproporzionato. Sarebbe ammissibile? Esistono riferimenti giurisprudenziali significativi al riguardo?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?