Le regole per contestare la somma extra preventivo

LA DOMANDA Un condominio approva lavori di manutenzione straordinaria per 100mila euro. Se li aggiudica l'impresa che offre un prezzo ribassato del 20%. Al termine del primo lotto di lavori (rifacimento della facciata posteriore) viene convocata un'assemblea straordinaria in cui il direttore dei lavori comunica di essersi reso conto di lavori imprevisti, rilevabili solo previa impalcatura, che richiedono un ulteriore esborso di 20mila euro. Anticipa anche che, quando sarà montata l'impalcatura sugli altri lati del palazzo, potranno venir fuori altri lavori imprevisti di importo sconosciuto. Fino a che limite è possibile far rientrare nel primo contratto lavori imprevisti?Quale può essere la responsabilità del direttore dei lavori, che magari noleggiando una piattaforma mobile, poteva accedere ai tetti o alle parti alte della facciata per rendersi conto di tutti i lavori?Può un condomino rifiutarsi di pagare somme non previste nel contratto e nella perizia di affidamento?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?