Tutela dell'interesse comune: ok all'azione del singolo

LA DOMANDA Nel caso d'interesse collettivo, in un piccolo condominio con un condomino che rappresenta la maggioranza di fatto, cosa si può fare se l'amministratore non interviene a difesa dell'interesse collettivo perché in conflitto d'interesse con il condomino di maggioranza? Può essere obbligato ad agire a difesa della proprietà comune anche contro l'interesse della maggioranza? E se gli viene impedito?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?