Scale, rifacimento e pulizia non divisibili in parti uguali

LA DOMANDA Abito in un condominio di 24 condòmini in un palazzo di quattro scale, con tre piani ciascuna, senza ascensore. Io vivo al primo piano che sarebbe meglio definire piano rialzato, in quanto vi sono solo sei o sette gradini per arrivare al mio pianerottolo.Gli appartamenti sono tutti uguali in termini di superficie e la maggioranza dell'assemblea, ha votato per una uguale suddivisione delle spesecondominiali proprio perché sostiene che essendo tutti gli appartamenti uguali non vi è alcuna differenza. Sulla base di questo, la spesa per la pulizia delle scale viene divisa in parti uguali e un eventuale rifacimento delle stesse scale verrebbe diviso nello stesso modo. È corretto? Premetto che le quote condominiali non sono mai state calcolate in quanto si tratta di un palazzo costruito circa 50 anni fa, ma il condominio è stato costituito da pochi mesi. L'amministratore sostiene che non esiste nessun obbligo di legge a determinare le quote d'uso,ma lo stabilisce l'assemblea. È giusto?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?