Civile

Condominio: per la ripartizione spese i privati sono liberi nella quantificazione

Giampaolo Piagnerelli

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Per quel che concerne le spese condominiali non c'è un criterio fisso di ripartizione, in quanto è lo stesso codice civile a prevedere delle deroghe. La Cassazione - con l'ordinanza n. 24925/19 - ha precisato, infatti, che i criteri di ripartizione delle spese condominiali stabiliti dall'articolo 1123 del Codice civile, possono essere derogati, come prevede la stessa norma e la relativa convenzione modificatrice della disciplina legale di ripartizione può essere contenuta sia nel regolamento condominiale (che perciò si definisce ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?