Amministrativo

Obbligo di timbratura anche per gli avvocati ma del controllo non può occuparsi un'altra struttura

di Vincenzo Giannotti

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

L'obbligo di timbrare il cartellino da parte delle avvocature pubbliche, dopo le indicazioni del giudice amministrativo di primo grado, trova conferma al Consiglio di Stato, con la sentenza n. 5538/2018. Ma con una variante: il controllo della rilevazione delle presenze e delle autorizzazioni alla loro deroga non può essere attributo a una struttura diversa da quella dell'avvocatura civica. Ciò ha un peso anche al fine di possibili procedimenti disciplinari in caso di mancata timbratura. La sentenza è interessante anche ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?