Amministrativo

Legge Pinto, l'avvocato non può surrogarsi al cliente debitore

Francesco Machina Grifeo

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

L'avvocato non può agire in proprio contro il ministero della Giustizia per ottenere l'indennizzo per l'eccessiva durata del processo al posto del proprio cliente. Anche se, come nel caso specifico, quest'ultimo ha nei confronti del legale un rilevante debito accertato in via giudiziaria. Lo ha stabilito il Trga di Trento, sentenza n. 113/2019. dichiarando, sotto questo profilo, inammissibile il ricorso presentato in via surrogatoria dal professionista. Il diritto all'equa riparazione, infatti, spiega la decisione, «riguarda il (ed ha natura ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?