Civile

Nullo l'accordo tra Pa e dipendente sull'inquadramento nelle mansioni superiori «svolte»

di Paola Rossi

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Nell'ambito del pubblico impiego lo svolgimento di mansioni superiori non dà diritto a ottenere il corrispondente inquadramento. Di conseguenza è nulla la conciliazione tra Pa e dipendente che preveda tale riconoscimento. Come dice la Corte di cassazione con la sentenza n. 24968/2017 depositata ieri, nonostante la privatizzazione del rapporto di lavoro pubblico, non scatta il diritto all'inquadramento superiore sia perché ciò determina impiego di risorse erariali sia perché nella pubblica amministrazione vige come regola aurea quella della procedura concorsuale ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?